The FK experience il sito di Franz Krauspenhaar

4 marzo 2013

Marcella Leonardi recensisce Biscotti selvaggi su Uno Nove.

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 11:48

Helmut Newton-Saiber woman

di Marcella Leonardi – 18.02.2013.
“Biscotti selvaggi”, di Franz Krauspenhaar, Marco Saya Edizioni

Franz Krauspenhaar è tra i migliori poeti contemporanei. Un’affermazione che non ha incertezze. In un’epoca in cui fare poesia è vezzo intellettuale, distaccato dalla realtà quanto lo è la politica, Krauspenhaar scrive per poter stare al mondo, uccidendo lirismi e false speranze:
rimango vivo/in questo schifo di mondo oltraggiato/dagli uomini.
I suoi versi sono un susseguirsi di assassinii: morte alle maschere, al quotidiano, ai riti, alle ipocrisie. Tecnicamente, morte alla parola abusata, rinnovamento violento della struttura dei versi, capacità di inventare un nuovo linguaggio in cui confluiscono, come in un maelstrom turbinoso e gorgogliante, neologismi, imprecazioni, slang, lessico pubblicitario, vocaboli bassi o sublimi che finiscono col confondersi, parenti stretti nella cognizione del dolore. Krauspenhaar abbatte pareti divisorie, sparge rabbia e lacrime sulla strada, sul tavolo della cucina, sul letto: immagini di coazioni a ripetere che perdono senso e si colorano di rabbia e solitudine.
La poesia di Krauspenhaar ha una musica interna, un ritmo ipnotico che ha per fine il distacco, una sguardo altro sul proprio vuoto esistenziale per poterne sopportare il dolore; ma la sofferenza lacera ogni riga in un ritmo incessante che avvince alla lettura: i versi di Krauspenhaar sono un veleno amaro che è impossibile non bere.
Io ho ancora la certezza/di essere un vero, lercio borghese distrutto.
Tra supermercati, quartieri milanesi, ritratti di puttane, strazianti ricordi familiari emerge sempre ostinato l’io del poeta, segnato da un disperato, mai ricambiato amore per la vita:
non sono così ardentemente deluso/da me stesso per desiderare/con tutte le mie forze sopravvivere.

[Foto: Helmut Newton – Saiber woman.]
Condividi

Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress