The FK experience il sito di Franz Krauspenhaar

30 luglio 2009

frammenti di un discorso tragico sull’editoria italiana contemporanea

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 10:00

 pd1849171.jpg

i testi andanti. a cosa serve raccontare, chiarire. lucio mastronardi. calvino oh caro. bill si proprio io. giusco regulare curretto. ser-vizio all’intelligenza. pynchon, de lillo, roth. ed editoriali novecenteschi. pecoraro scalpo. un buzzati-minghi del 1950. la sòla si acquatta anche nelle collane.i testi andanti. a cosa serve raccontare, chiarire. lucio mastronardi. calvino oh caro. bill si proprio io. giusco regulare curretto. ser-vizio all’intelligenza. pynchon, de lillo, roth. ed editoriali novecenteschi. pecoraro scalpo. un buzzati-minghi del 1950. la sòla si acquatta anche nelle collane.i testi andanti. a cosa serve raccontare, chiarire. lucio mastronardi. calvino oh caro. bill si proprio io. giusco regulare curretto. ser-vizio all’intelligenza. pynchon, de lillo, roth. ed editoriali novecenteschi. pecoraro scalpo. un buzzati-minghi del 1950. la sòla si acquatta anche nelle collane. l’editing. è l’editing.ci sono poi editor che come autori scrivono boiate che diventano leggibili dopo essere state riscritte da altri editor che poi come autori scrivono altre boiate che diventano sono poi editor che come autori scrivono boiate che diventano leggibili dopo essere state riscritte da altri editor che poi come autori scrivono altre boiate che diventano leggibili dopo essere state riscritte da altri editor che poi come autori… ci sono poi editor che come autori scrivono boiate che diventano leggibili dopo essere state riscritte da altri editor che poi come autori scrivono altre boiate che diventano leggibili dopo essere state riscritte da altri editor che poi come autori… o leggibili dopo essere state riscritte da altri editor che poi come autori… se non le conosci, le lettere editoriali di calvino che einaudi ha pubblicato con il titolo. grado di promuovere.(nella “macchina”, nella “stanza dei bottoni”, “dietro le quinte”).funzione fabulatoria, catartica, mitica, creatrice, autoconoscitiva, spirituale e sociale della letteratura. la difesa di elettivita’ antiquate (la purezza del quattrocentista, l’analisi sociale dell’impatto del mercato sul modello culturale gentilesco-crociano)una fruizione «bassa» (mai abbastanza le virgolette per questo aggettivo) che li rendeva immediatamente identificabili: chi voleva leggere quel tipo di libri (degnissimi).il lavoro di “confezionamento” si fa solo in casi eccezionali: solitamente quando l’autore dispone di una fama. tutta. ma da quale accusa si dovrebbe/ non si dovrebbe difendere cortellessa? il mio riferimento al ”caso” di ruscio andava appunto al ”caso”, non ai suoi protagonisti. dove per ”caso” intendo proprio un ”caso-limite” di editing: che tale mi pare,che tale mi pare, che tale mi pare, che tale mi pare. la scrittura è letteratura che non si pone il problema di esserlo a tutti i costi, è letteratura de-licealizzata che si accetta come un piccolo quantum in un flusso di comunicazione scritturale che non ha precedenti nella storia.

[Nella foto: Alberto Moravia, Lucio Mastronardi, Giulio Einaudi.]

7 Comments

  1. Il mondo si osserva leggendo in silenzio. :-)

    Commento by Donatella — 30 luglio 2009 @ 13:55

  2. anche leggendo in silenzio

    Commento by Donatella — 30 luglio 2009 @ 13:58

  3. in fila Indiana verso Woundend knee ?

    Commento by nello taver — 30 luglio 2009 @ 15:04

  4. Visito il tuo blog e trovo il fluire a salti e mulinelli, l’insistenza sorniona a guisa di matrioska della prosa di Thomas Bernhard. Non risparmi sorprese (gradite), Franz.

    Commento by Anna Maria — 31 luglio 2009 @ 09:02

  5. grazie dona, grazie anna maria, di cuore,

    Commento by Franz Krauspenhaar — 31 luglio 2009 @ 12:55

  6. La letteratura de-licealizzata me la sono persa.

    p.
    (quello delle boiate)

    Commento by Paolo — 31 luglio 2009 @ 14:23

  7. :-) è di francesco pecoraro.

    Commento by Franz Krauspenhaar — 31 luglio 2009 @ 18:33

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress