The FK experience il sito di Franz Krauspenhaar

30 marzo 2009

Supravivéns [in dialetto incrociato “arioso”]

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 10:00

 paesaggino.jpg

Che cusa l’era sta tristess de bona nott
e pesant, agravada dal mal de stomach,
dala siesta fata prest, trop, cul poll arost
che la fava l’asensur per tucc l’esofag? (more…)

25 marzo 2009

Il mio Faletti

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 16:49

 banzai-nougat.jpg

Faletti, il noir italiano. Faletti all’Isola d’Elba mangia una trota spedita in busta refrigerata chiusa dal Lago Maggiore. Faletti si masturba pensando ad Antonio D’Orrico. Faletti che fischietta Minchia signor tenente mentre si fa la doccia. Faletti a Montecarlo, venti anni fa, incubando Io uccido, mangiando crostacei, Crystal Rosé in ghiaccio, la moule n.1 sul piatto, la moule n.2 in camera da letto, mitile noto, ginecologicamente prossimo all’apertura. Faletti che ha le stesse iniziali del Grande Fratello. Faletti paroliere per Branduardi al posto della moglie di Branduardi. Faletti a Drive In, nei miserandi anni 80, che legge thriller aeroportuali in sala trucco. Faletti che è simpatico a mia madre, la stessa mia madre che mi dice perché non vendi anche tu 1 milione di copie? Siete con lo stesso editore! Non do spiegazioni, esco per mangiare un kebab rinunciando agli involtini preparati dalla genitrice con molta cura. Faletti che pensa all’invidia degli scrittori con una punta d’invidia per quei pochi che non lo invidiano. Faletti che si puo’ prendere anche in tram, come il digestivo Antonetto di Carosello. Faletti il fatturato speciale. Faletti che cammina in Piazza Bande Nere, a Milano, in un mattino d’inverno del 1992, io che lo vedo. E mi sembra a prima vista un uomo colpito da una tristezza insanabile. (more…)

20 marzo 2009

Come sono

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 03:49

 newton-helmut-02.jpg

Amami ti prego come sono.
Un pagliaccio, la sfida, una spada,
un porco appollaiato, un tè freddo. (more…)

18 marzo 2009

Cazzo faccio?

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 11:18

 pepper_v01_n04_1960s_01.jpg

Questo blog non ha più pareti ma alberi, alberi infiniti… che sono lì a lato della strada pronti per il crash dell’auto di passaggio. Pochi commenti. Che stia sbagliando qualcosa? Quando pubblicavo (quasi) una poesia al giorno era diverso. C’erano anche 10, 15 commenti a post. Quando (parliamo del Giurassico, per internet) questo blog si chiamava Markelo Uffenwanken GmbH & Co.KG ed era praticamente un blog multiautore – una specie di “spalla cotta brianza” di Nazione Indiana, nella quale, pure, militavo da “cabezon pop della cultura”, siamo arrivati talvolta a 150 commenti a post. Alla faccia della succursale. Qui vado avanti dall’agosto del 2004 – a parte qualche temporanea chiusura (specie nella primavera – estate del 2006, causa depressione nervosa, come ho raccontato nel mio ultimo libro, “Era mio padre”). E mo’? Ho messo foto di ragazze nude con “patata” a vista e l’unico risultato è stato di perdere l’account di Facebook per un giorno. Ho sparato qualche copertina di Le ore anni ’70 e solo vecchi simpatici porconi intellettuali hanno risposto all’appello. (more…)

17 marzo 2009

Sensibilità

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 09:17

 la-solitude.jpg

Come una radio, notturna
che trasmette mille cose
in mille lingue, capto le onde
disturbanti, le emissioni
del cuore e del vangelo
del rosso. Il mio gigantesco
azzurro chiama. Il nero della
notte è una collina di chiodi
infissi nelle pareti bianche.
Non le vedo, come un cieco.
Come una radio – notturna
mille voci si calpestano, onde
che svariano e allungano
le lingue di suono. Nel sonno
le recupero, tra i sogni.

[Immagine: FK – La solitude.]

16 marzo 2009

THE FK EXPERIENCE – in reading.

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 10:47

dada-reading.jpg

THE FK EXPERIENCE
in reading

Organizzatore::
B ART music_art_gallery
Tipo:
Musica/arte – Listening Party

Data:
lunedì 16 marzo 2009
Ora:
21.00 – 23.00

Luogo:
B ART
Indirizzo:
via casale 6
Città/Paese:
Milano, Italy

E-mail:
bart@bartspace.eu (more…)

15 marzo 2009

Il dire

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 00:49

 il-dire.jpg

Sono divenuto insopportabile.
Devo coprire con le mie parole ogni suono,
ogni rumore, ronzio, scoppio. Ogni ora.
Falcio i minuti con le mie parole. Prato all’inglese
raso a zero, come la testa rapata d’un tifoso,
come un nazista spinto dall’alcol a fare male. (more…)

13 marzo 2009

Pensieri neri #2

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 10:46

 costal.jpg

Stai ancora russando. Sì, la notte è stata breve, non ci ha dato niente. Un finale di mal di testa, il pensiero a una donna lontana, nel tempo, morta nel cuore, si affaccia al nostro scoglio, talvolta, nonostante. Stai ancora dormendo, sì. Più tardi i pensieri pneumatici alla spesa, alle faccende. Più tardi al lavoro. Questo mondo non è quello che pensavamo che fosse, che nostro padre aveva previsto vedendo cadere il muro. (more…)

9 marzo 2009

Pensieri neri #1

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 20:35

 fammi-accendere-toso.jpg

Le repliche sono sottese alle tensioni risolute e craste, cutrunute e spasse, valide e balse di lana sbelgia. Le riprese avanti. Chiama il bisonte alla carne crudata, alla rembante fangiata. Se ti senti ovale pallàti di rugby perizomalmente intenzionale, come balletti russi senza battiati amari, con fulvi e lance a zona, gullit speme. Il giornalismo mi fu incauto e bananiero, lo vedevo ciclostilarsi in proprio, su unguenti di tigre mancina come donne di Handke e uomini di niente, come lavezzi di caffè argentari su carte lurex di sporchi avvinti perinei alla cassa.

[Immagine: Franz Krauspenhaar – Fammi accendere, toso!]

6 marzo 2009

MicroS#3

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 21:35

 ingles-speaking.jpg

Dissi a Gianni:” Va bene, hai vinto. Non sono mai stato tuo amico. Sei contento?”.
“Certo”, disse lui. E mi abbracciò con un fervore che aveva quasi del maligno. (more…)

Older Posts »

Powered by WordPress